Tragedia a Weatherford in Texas. Figli chiusi in auto per punizione, morti

Tragedia a Weatherford in Texas. Figli chiusi in auto per punizione, morti

"Ho ancora giorni brutti - ha spiegato - ma so che è importante apprezzare il fatto che sono ancora viva". Un episodio agghiacciante quello avvenuto negli Usa lo scorso mese. L'abitacolo all'interno dell'auto si è trasformato quindi in una trappola mortale: entrambi i piccoli sono morti a causa del soffocamento da caldo. Con lei, era rimasto chiuso nel veicolo anche il fratellino di 16 mesi, che ha pagato le conseguenze del gesto sconsiderato da parte della madre, che non si è resa conto del pericolo in cui versavano i due bambini più piccoli, chiusi nel veicolo, sotto un caldo torrido. La donna, una donna texana di 24 anni, ora rischia il processo.

Solo dopo la sua morte la donna ha saputo che se fosse stata vaccinata durante la gravidanza, il figlio avrebbe potuto avere alcune possibilità in più di sconfiggere la malattia; per questo ha lanciato la campagna Light for Riley, cercando di rendere le future madri più consapevoli dei rischi legati alla pertosse nei figli.

La tragedia è avvenuta il 26 maggio vicino al lago Weatherford, a pochi chilometri a ovest di Fort Worth, quando la temperatura esterna era di 35,5 gradi centigradi. Aveva mentito. La verità è venuta a galla successivamente. La mamma voleva dare una lezione a sua figlia Juliet di due anni. In realtà la donna aveva trovato i figli a giocare nell'auto poco dopo mezzogiorno e quando la bambina si è rifiutata di uscire li ha chiusi dentro: poi è rientrata in casa ed ha fumato della marijuana prima di addormentarsi per 2-3 ore. Erano già morti. La donna ha poi tentato di simulare l'incidente tragico rompendo un finestrino.