Superbike: in Gara 2 Rea toglie lo scettro a Sykes

Superbike: in Gara 2 Rea toglie lo scettro a Sykes

A togliergli lo scettro è stato il compagno di team Jonathan Rea che si è preso la rivincita dopo Gara 1. Poco da fare anche per Davies: il contatto tra Haslam e Mercado ha coinvolto Chaz, che è stato costretto ad uscire nel prato inglese; una volta rientrato, ha iniziato una rimonta dalla undicesima posizione sino al terzo gradino del podio.

Tom Sykes domina la Superpole del Gran Premio di Gran Bretagna in programma sul Donington Park Circuit. Nonostante i punti di vantaggio sull'avversario e coinquilino in Kawasaki, uscendo dal round britannico, siano diminuiti (55, contro i 75 della vigilia), paradossalmente la forza ed il senso di superiorità che Rea esercita sul campionato sono ancora maggiori.

Davies ha preso Van Der Mark e cerca lo spazio per passare guidando in modo spettacolare anche con qualche lungo.

Tom Sykes ha fatto il possibile per restare imbattuto a Donington, ma nonostante alcuni giri sul finale di gara semplicemente perfetti, Jonathan Rea ha resistito rispondendo colpo su colpo, fino al traguardo. Negli ultimi anni, ci siamo progressivamente avvicinati al bersaglio ed abbiamo migliorato la nostra competitività su questo tracciato, dove Sykes è il punto di riferimento.

Alex Lowes non è riuscito a ripetere il podio della prima frazione, finendo quinto alle spalle del suo Team Mate, mentre Leon Camier ha raccolto un altro grande risultato per MV Agusta, finendo sesto davanti a Xavi Fores, che dispone di una Panigale del Barni Racing certamente più evoluta rispetto alla F4 di Camier. Van Der Mark è terzo, Davies quarto, Lowes e Camier si trovano in quinta e sesta posizione.

Davies riesce a superare Lowes alla staccata dopo il rettilineo dei box e si mette in quarta posizione, là davanti Rea lascia sull'asfalto di Donington lunghe virgole nere e guida di traverso, faticando, perché Sykes è sempre più vicino.

Il circuito di Donington, molto tecnico, porta a commettere tanti errori e a farne le spese sono, oltre ad Haslam, anche De Angelis, Laverty e Torres, che vanno giù al 6° giro.

12° Riccardo Russo, 14° e ultimo classificato Ayrton Badovini.

Ad inizio gara 1 previsto 1 minuto di silenzio in onore di Nicky Hayden e poi si cercherà di far continuare lo spettacolo, come in fondo avrebbe voluto anche il pilota americano.