Sony: PlayLink userà gli smartphone come secondo schermo su PS4

L'azienda asiatica, come fortemente preventivato, non ha risposto colpo sul colpo all'annuncio della nuova XBox e durante la convention si è limitata a presentare migliorie per PlayStation 4 che potranno essere di grande aiuto per tutti i clienti.

Nei circa 60 minuti di show, Sony ha fatto tutto il possibile per ribadire con chiarezza un messaggio: l'abbondanza e la qualità del proprio output first-party, nonché l'eccellente lavoro di partnership con gli sviluppatori esterni, rendono ancora PlayStation la piattaforma leader in assoluto per quanto riguarda la presenza di esclusive Tripla-A.

Il nuovo remaster di Shadow of the Colossus è stata l'unica sorpresa, vera e gradita, dello show Sony all'E3 2017. Vabbè ci sarà chi non lo ha giocato, ovviamente visto che ha venduto pochissimo, ma non è questo il titolo che attendevamo. Un metodo di interazione molto significativo che va a semplificare anche la vita. Di recente questa unione è stata portata a un nuovo livello grazie a PlayLink, un servizio che espande la compatibilità a tutti gli smartphone e i tablet Android e permette di usufruire dei medesimi giochi (quelli sviluppati con PlayLink in mente) sia sulla TV che sul display dello smartphone. Sul palco spazio anche alla realtà virtuale con alcuni nuovi titoli in sviluppo per PlayStation VR e a una sorpresa gradita. Lo stesso Detroit è stato rimostrato dopo un anno per dirci che non si sa quando uscirà, probabilmente se ne parla nel 2019, tagliando le speranze per un fine d'anno decente che invece vedrà la regina del mercato reggersi sui multipiattaforma fino alla prossima primavera.

Inoltre in questo modo aumenta l'accessibilità dei titoli PlayStation, dal momento che il sistema di controllo touchscreen è sicuramente più familiare a molti utenti rispetto al classico Pad PS4.