MotoGp, Assen: Zarco davanti sotto il diluvio, Rossi quinto

MotoGp, Assen: Zarco davanti sotto il diluvio, Rossi quinto

Ora che finalmente riesce a partire da una prima fila in un Gran Premio a lui da sempre caro, Petrux non vuole porsi limiti, tanto da essere quasi deluso per una pole position che ad un certo punto delle qualifiche sembrava a portata di mano: "Alla fine pensavo di aver fatto la pole e invece ho commesso un errorino e sono finito terzo". Commenteremo per voi il live MotoGP Assen, a partire dalle due sessioni di prove libere di venerdì 23 giugno, vedremo successivamente tutti gli orari e la programmazione tv. "Adesso dobbiamo trovare delle soluzioni per cercare di migliorare la nostra competitività e quindi speriamo che domani non piova, altrimenti avremo solo il warm up di domenica mattina per provare a migliorare in condizioni di asciutto". Oggi l'asfalto era una saponetta ma ho spinto forte dall'inizio. Comunque sono contento perché sono rimasto in prima fila e sono la prima Ducati. Noi abbiamo qualche difficoltà ma siamo in prima fila.

Il pilota del team Pramac non si può lamentare: "Va bene la prima fila".

ASSENTI INGIUSTIFICATI - Qualifica disastrosa per Lorenzo, ventunesimo. Undicesima la Yamaha dello spagnolo Maverick Vinales. La fine della crisi sembra lontana e lo sguardo (fisso nel vuoto) di Tardozzi al termine della Q1 spiega meglio di molte analisi tecniche la situazione. Vale lo stesso discorso per Pedrosa. Tante incognite dunque, in un tracciato tra l'altro molto difficile in alcuni punti, dove Rossi potrebbe inseguire la prima vittoria stagionale della MotoGP 2017. Andrea, però, ha una giustificazione.

Per quanto riguarda la Ducati Factory, bisogna consolarsi col nono posto di Andrea Dovizioso (+1.938) a 37 millesimi da Crutchlow.

Qui potete leggere la classifica della Q2 della MotoGP.