MotoGP Assen Petrucci: "Che peccato"; Zarco: "Punto al podio"

MotoGP Assen Petrucci:

Il vero grande assente ad Assen è Maverick Vinales. Racchiusi in pochi millesimi di secondo troviamo numerosi piloti. "Come sempre sono stato davanti quando non contava, ma sono stato il migliore in Ducati e per oggi va bene così", ha aggiunto Petrux. In sella alla Kalex del team EG 0,0 Marc VDS, il pilota italiano gira in 1'38 " 468, infliggendo poco piu' di un decimo a Takaaki Nakagami mentre e' terzo Thomas Luthi. Quarto Rossi, solo nono Dovizioso, in fondo Lorenzo.

Alla fine il distacco dalla prima posizione di Johann Zarco è stato di 385 millesimi, e Petrucci è risultato essere la migliore delle Ducati in griglia di partenza. Spero di fare una bella partenza, ma dipenderà anche dal tempo, le previsioni sembrano cambiare ogni cinque minuti.

Danilo Petrucci ha concluso al terzo posto la sessione di qualifica del Gran Premio d'Olanda. "Nonostante le condizioni complicate del tracciato, l'alfiere Tech3 ha aspettato il finale per tirare fuori dal cilindro il tempo di 1'46" 141, che gli ha regalato la prima casella in vista della gara in programma domani alle 13:00.

Come si diceva, risale al 1925 e dalla prima edizione del Motomondiale nel 1949 è sempre stata presente nel calendario iridato. Per fortuna siamo veloci anche sul bagnato.

Ci ha sperato fino all'ultimo poi una scivolata lo ha privato della gioia della pole. Bisogna però anche ricordare i cinque successi di Mick Doohan e i poker di Geoff Duke, John Surtees e Mike Hailwood su una pista che ha attraversato tutte le epoche del motociclismo. Una sola vittoria nella classe regina anche per Marc Marquez, risalente al 2014, ma almeno per il numero 93 c'è naturalmente l'attenuante di una carriera più breve.

Al centro di molte voci di mercato, tra cui quella di un possibile passaggio in Aprilia, Danilo Petrucci mette in pista un'ottima prestazione sull'asfalto bagnato di Assen.