MotoGP Assen: Andrea Dovizioso, "Oggi non avevo feeling"

MotoGP Assen: Andrea Dovizioso,

Anche Karel Abraham è un altro pilota che sta palesemente perdendo la sfida interna con Alvaro Bautista, e dire che il pilota ceco la Ducati la conosce abbastanza bene visti gli anni passati in sella alla Rossa.

Dopo le due vittorie consecutive in Italia e Spagna ho passato una settimana da sogno! - racconta Dovizioso - Anche se sono secondo in classifica generale non penso più di tanto al campionato perché ci sono ancora tante gare da disputare e noi dobbiamo continuare a lavorare per migliorare alcuni aspetti della nostra moto.

Un nuovo successo del forlivese confermerebbe in maniera importante le sue ambizioni iridate. Non siamo al cento per cento, ma si può migliorare, perché partiamo da una buona base.

Honda punta al podio - Marc Marquez si sbilancia, cosa che non hanno fatto i suoi avversari, dicendo che la Honda è in forma e che punterà al podio, su questa che è una delle sue piste preferite. Poco male per il ternano, se si pensa che l'altra Desmosedici GP ufficiale di Jorge Lorenzo invece è solamente in 14esima posizione e quindi dovrà fare la Q1 se saranno confermate le previsioni di pioggia. Scott è protagonista anche della Q2 dove centra il quinto tempo finale girando però più piano rispetto al crono segnato in Q1. Questo è stato importante per capire il nostro livello e le sensazioni sono buone.

Jorge Lorenzo ha ottenuto una vittoria ad Assen nel 2010, oltre ad un secondo posto nel 2009 ed un terzo posto nel 2015, ma ricorda soprattutto la gara del 2013 quando, dopo essere caduto nelle prove libere del venerdì procurandosi una frattura scomposta della clavicola, il pilota maiorchino rientrò a Barcellona per sottoporsi ad un intervento chirurgico, e tornò in pista la domenica mattina durante il warm up per poi terminare la gara in quinta posizione. Ora tutto quello che possiamo fare è studiare e lavorare nel box per cercare di fare il meglio possibile anche qua. "Se miglioreremo ancora potremo avere l'opportunità di stare davanti a lottare". Ed anche sul tracciato di Assen, la pioggia non si è fatta attendere abbattendosi già a partire dalle FP3 del mattino e proseguendo fino alle due sessioni di qualifiche. "Le ultime due vittorie danno carica, vedremo.".