È morto l'attore protagonista del film Uomini che odiano le donne

È morto l'attore protagonista del film Uomini che odiano le donne

Nyqvist lascia una moglie, Catharina Ehrnrooth e due figli. A riferirlo è stato il suo portavoce Jenny Tversky. Nel 2004 fu invece il protagonista di As It Is in Heaven di Kay Pollak, candidato agli Oscar come Miglior Film Straniero, ma la sua grande consacrazione coincise con Uomini che odiano le donne (2009) e i relativi sequel, dove prestò il volto al giornalista Michael Blomqvist, protagonista maschile della trilogia Millennium di Stieg Larsson.

Adottato da una famiglia di Malmoe, solo a 30 anni, quando avrà avuto la sua prima figlia, Michael si metterà sulle tracce dei genitori biologici, ritrovando, dopo quasi sei anni di ricerca, la madre, svedese, mentre il padre lo ritrova all'età di 38 anni.

Poi si è trasformato nel cattivo in "Mission: Impossible: Protocollo fantasma" (2011) e successivamente in "John Wick" (2014).

Per conto dei rappresentanti e della famiglia di Michael Nyqvist, è con profonda tristezza che confermo che il nostro amato Michael, uno degli attori più rispettati e esperti in Svezia, è deceduto, circondato dalla famiglia dopo una battaglia di un anno contro un tumore ai polmoni.

New York - L'attore svedese Michael Nyqvist, 56 anni, è morto dopo una lunga malattia. Era adolescente quando iniziò ad avvicinarsi al mondo della recitazione, partendo dal teatro.

"Michael aveva la capacità di trasmettere la propria gioia e la propria passione a tutti coloro che lo conoscevano e lo amavano. Il suo fascino e il suo carisma erano innegabili, e il suo amore per l'arte era percepito da chiunque abbia avuto il piacere di lavorare con lui".