Juve, Allegri ammette: Ho pensato di lasciare dopo Cardiff

Juve, Allegri ammette: Ho pensato di lasciare dopo Cardiff

Il ko nella finale di Champions League contro il Real Madrid ha chiuso nel peggiore dei modi la stagione - comunque trionfale - della Juventus. "Ho dovuto riflettere - ha detto il tecnico bianconero ai microfoni di Sky Sport 24 - guardare dentro di me".

IL CONFRONTO - "Ho parlato con la società e ho deciso velocemente: ci sono tutti i presupposti e la voglia per fare una grande stagione". Sarà un anno ancora piu diffiicile dopo tre stagioni di vittorie. "Sono rimasto per cercare di primeggiare ancora in Italia, di vincere magari la quarta Coppa Italia e cercare di fare una grande Champions: deve partire da dentro noi stessi, lavorare con amore e passione, dobbiamo metterci in testa che per noi è una sfida importante sfidare noi stessi, ma non dobbiamo viverlo come un assillo, dobbiamo migliorare nella qualità del gioco e nella padronanza delle partite quando giochiamo le partite importanti". Incertezze durate solo poco tempo dunque, Allegri continuerà la sua esperienza alla Juve. Capisco l'amarezza di aver perso due finali in tre anni, però bisogna anche vedere il bicchiere mezzo pieno, i sei scudetti vinti di fila. Sono stati più bravi. L'obiettivo primario sarà lo scudetto, che è nel DNA della Juve, poi Coppa Italia e Champions. In Serie A, poi ci sarà una Milano agguerrita, rispettata dall'allenatore bianconero: "Per l'Inter Spalletti è un valore aggiunto". Io parlo con la società, cerchiamo di prendere i migliori. Sul mercato dice: "Al momento la rosa è al completo".

BUFFON - "È intelligente, avrà un futuro importante. De Sciglio? In difesa siamo a posto". Dovrà prepararsi per l'ultimo Mondiale, e quello lo farà con noi alla Juve.