Inter, senti Vieri: "Spalletti miglior acquisto. Con lui garanzia di Champions"

Inter, senti Vieri:

Ha fame, è un lottatore, ha grinta e cattiveria da vendere. "Deve pensare ad essere concreto in ogni momento della gara, deve spaccarsi la testa contro il palo se necessario, altrimenti dura poco". Certo, perdere fa molto amle, ma la Juve non deve essere delusa. Mi piace, mi diverto e sento forte la stima di chi mi ha scelto. Inter e Milan? Di certo non possono andare avanti così, devono imparare a comprare giocatori veri, che fanno la differenza. Ha fatto bene a restare a Londra? Non ho idea, solo lui può saperlo. L'ex-centravanti nerazzurro infatti ha espresso il suo parere a proposito di Spalletti, ma ha anche dato dei consigli ai dirigenti per quanto riguarda le caratteristiche che dovrebbero avere i futuri acquisti. In Inghilterra lo sanno ormai molto bene: i tecnici italiani sono i migliori in assoluto, sotto qualunque punto di vista: tattico, fisico e tecnico.

Si parla anche di Milan e della nuova proprietà: "Milan? . Io seguirei l'esempio di Conte in Francia: squadra alta e grande pressing a tutto campo, gli spagnoli soffrono non poco quando vai a prenderli a ridosso della loro area".

E sul suo caro amico Pippo Inzaghi e la promozione con il Venezia: "Pippo ha dimostrato il suo enorme potenziale". Serve gente di qualità e carattere, con una forte personalità Le prime quattro del prossimo campionato? "E' bravo, cresce con costanza e farà bene, in B o altrove, non ho il minimo dubbio". Delusioni? Fanno parte del calcio, come contro la Corea del Sud al Mondiale 2002: dovevamo vincere nonostante l'arbitro, stessa cosa il 5 maggio con l'Inter, ma non ci siamo riusciti. Oltre ai tifosi granata ne saranno contenti anche i fantallenatori, anche se alla prossima asta non sarà di certo uno dei più economici.