Gruppi su Facebook: Zuckerberg annuncia le nuove funzionalità

Gruppi su Facebook: Zuckerberg annuncia le nuove funzionalità

"Faremo girare le fotocamere degli smartphone sulla prima piattaforma per la realtà aumentata", ha dichiarato Mark Zuckerberg, in occasione dell'apertura della conferenza annuale per gli sviluppatori di applicazioni (F8), organizzata dal gruppo a San Jose, in California. Più di 1 miliardo di persone in tutto il mondo utilizza i Gruppi di Facebook e più di 100 milioni di persone fanno parte di "gruppi significativi" (il 50% in più ha aderito nel corso degli ultimi 6 mesi, spiega).

Tra le feature più interessanti per gli amministratori dei Gruppi vi saranno i Group Insights, sostanzialmente delle statistiche che consentiranno di capire in modo più semplice e immediato quanto accade all'interno delle community, come si comportano gli utenti, quali sono gli argomenti di maggiore interesse e quali attività stimolano la partecipazione.

Filtro per le richieste di iscrizione: gli amministratori ci hanno inoltre segnalato che l'ammissione di nuovi membri al gruppo è una delle cose che richiede loro più tempo.

In arrivo anche la possibilità di programmare i post e di creare collegamenti fra più gruppi.(ANSA). Per finire, Zuckerberg ha annunciato che ha preso il via la fase di test di una nuova modalità che permetterà di collegare tra loro gruppi affini, attraverso la collaborazione e i suggerimenti dei vari admin. Questi sono gruppi che diventano rapidamente la parte più importante dell'esperienza degli utenti su Facebook.

Il Ceo di Facebook aveva già anticipato l'investimento che l'azienda avrebbe fatto per mettere in contatto gli utenti non solo con le persone che avrebbero potuto conoscere, ma anche con leader e associazioni che fossero per loro fonte d'ispirazione. Esaminiamo nel dettaglio come dovrebbe funzionare questa nuova funzione. Terri afferma che quando ha iniziato ad andare in moto era raro vedere altre donne condividere la stessa passione e invece ora nel gruppo non c'è "niente che queste donne non farebbero l'una per l'altra". Ecco tutto quello che sappiamo... Per molti versi è stato davvero così. Gli amministratori condividono spesso informazioni su eventi, ora e luogo di incontri dei sacerdoti e trasmettono live i sermoni cosicché le persone che non possono partecipare alla messa possano seguire direttamente dalle loro abitazioni.