Elezioni Amministrative 2017, ballottaggi: dove si vota, la situazione nei 22 capoluoghi

Elezioni Amministrative 2017, ballottaggi: dove si vota, la situazione nei 22 capoluoghi

Il che significa che i voti, e non sono pochi, del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle saranno un ago della bilancia pesantissimo per stabilire chi sarà il nuovo Sindaco di Verona.

ORARI: QUANDO SI SAPRANNO I RISULTATI - Ma diamo qualche informazione utile. Il turno di ballottaggio interesserà pertanto, complessivamente, 101 comuni di regioni a statuto ordinario, nonché 10 comuni delle Regioni a statuto speciale.

Domenica i cittadini tarquiniesi saranno richiamati alle urne per scegliere, al ballottaggio, il nome del sindaco dei prossimi cinque anni: assieme ad essi altri circa 4 milioni di elettori in 110 paesi in tutta Italia. L'elettore vota tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato che si intende votare. Andranno a ballottaggio tre comuni capoluogo di Regione (Catanzaro, Genova, L'Aquila) e 19 comuni capoluogo di provincia (Alessandria, Asti, Belluno, Como, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Taranto, Trapani e Verona). Le Elezioni Comunali Amministrative dovranno eleggere un candidato tra tutti coloro che al primo turno non hanno ottenuto il 50% + 1 dei voti. All'inizio si trattava di Angela Motta, del Pd, ma dopo un riconteggio dei voti, il risultato è cambiato e al ballottaggio si è stabilito che andasse il candidato M5S, Massimo Cerruti, con sei preferenze in più rispetto alla rivale.

Il ministero dell'Interno ricorda che, "configurandosi il turno di ballottaggio come una prosecuzione delle operazioni del primo turno, potranno votare in occasione del ballottaggio solo gli elettori che abbiano maturato il relativo diritto entro l'11 giugno 2017 (giorno del primo turno di votazione); peraltro gli aventi diritto al voto potranno partecipare al turno di ballottaggio anche se non si siano recati a esprimere il voto nella votazione del primo turno".

Ecco i 22 capoluoghi interessati. Per farlo, nei Comuni con più di 15mila abitanti, si considerano i risultati elettorali del primo turno ed eventuali ulteriori collegamenti nel secondo. Un solo candidato M5S è in vantaggio per il secondo turno, mentre 7 sono stati meno votati del loro competitore. Il grande escluso dai ballottaggi, in questo caso, è il Movimento 5 Stelle che non partecipa a nessuna di queste sfide. Fratelli d'Italia ha un candidato in 'pole' e 3 in seconda piazza.