Cina, frana killer a Sichuan: 141 morti

Cina, frana killer a Sichuan: 141 morti

Più di 140 persone sono state travolte da una frana nella provincia di Sichuan, nella Cina sud-occidentale. Il dramma è accaduto alle sei del mattino (ora locale).

Un responsabile dei soccorsi ha raccontato alla tv di stato che dalla montagna è caduta una quantità di terra e rocce stimata in 3 milioni di metri cubi.

A Xinmo sono arrivate 500 persone tra soccorritori e personale medico, ma è per ora difficile dire quante persone siano effettivamente sotto la frana e quante di loro potranno essere salvate nelle prossime ore. La necessità di interventi repentini è data anche dall'interruzione di due chilometri del fiume del villaggio di Xinmo. Lo scrive il quotidiano China Daily che cita fonti dell'amministrazione locale di Maoxian, il villaggio colpito dalla frana di questa mattina, dovuta alle piogge torrenziali di questi giorni in gran parte della Cina. Un meteorologo ha aggiunto che nella zona, negli ultimi giorni, c'erano state piogge abbondanti. Sul posto, come riferito dalla tv di stato CCTV, sono giunti più di 400 soccorritori, che stanno beneficiando del supporto degli agenti di polizia per cercare di estrarre dalle macerie quanti più sopravvissuti possibile. Dopo lo smottamento avvenuto su una montagna, è partita una massiccia operazione di soccorso. Distrutte oltre quaranta case 40 case.