Champions League, dal 2018 partite per tre anni su Sky

Champions League, dal 2018 partite per tre anni su Sky

C'è da dire che la Champions 2018-19 avrà comunque una novità, che poi novità non è: il ritorno di quattro squadre italiane nella massima competizione europea.

Una partita del mercoledì a scelta (quindi con l'italiana presente) andrà in chiaro anche nel triennio 2018-2021: potrebbe però cambiare il canale che trasmetterà queste super sfide di Champions: Mediaset, che per 25 anni consecutivi ha trasmesso la competizione, potrebbe stavolta decidere di restare a mani vuote.

Le partite delle squadre italiane saranno distribuite il martedì e il mercoledì in 2 fasce orarie: le prime si giocheranno alle ore 19:00, le altre alle 21:00.

Ad aggiudicarsi il pacchetto più grande e sostanzioso è stata Sky Sport che sborsando 200 milioni di euro è riuscita a battere la debole concorrenza di Mediaset che non ha presentato nemmeno un'offerta.

La Champions League torna sulla Rai dal 2018.

La TV pubblica si garantirà 15 grandi serate di Champions il mercoledì fino a dicembre, ovvero quando terminerà la fase a gironi, più la Supercoppa europea e le eventuali partite della fase a eliminazione diretta nel caso in cui le squadre italiane dovessero qualificarsi. Per il prossimo, 18-21, dovrà accontentarsi, come detto, di circa 600 milioni.

La differenza con Mediaset è di circa 30 milioni di euro l'anno: il biscione, per l'ultimo triennio, aveva infatti investito 690 milioni di euro. Campo dell'Orco, sarà uno dei consiglieri di Viale Mazzini. Anche se una cosa deve essere chiara: senza i soldi dei diritti tv non va a picco solo la serie A ma tutto il calcio italiano.