Buffon: "Paura? Quella giusta. A Cardiff per chiudere un cerchio"

Buffon:

Dino Zoff non è scaramantico e si espone in vista della finale di Champions League contro il Real Madrid a favore della sua ex squadra, nella trasmissione radiofonica Un giorno da pecora.

E la parola "paura", certo, la si può persino pronunciare: "Paura per la finale?" A 39 anni suonati, infatti, Gianluigi Buffon sta ancora dimostrando di essere il numero uno al mondo grazie a prestazioni da Superman che ne hanno contraddistinto una carriera ventennale.

Buffon assicura: "Ce la giocheremo senza rimpianti e con la convinzione di potere fare bene".

"In una finale, la soglia di attenzione è già altissima ore prima della gara. Se poi hai davanti grandi giocatori come Ronaldo, Benzema o Bale bisogna metterci anche quel pizzico di attenzione in più". "Questa sarà una partita importantissima come lo era quella di due anni fa col Barcellona e come quella di quattordici anni fa col Milan - aggiunge il portiere bianconero ai microfoni di Premium Sport -". Quella giusta direi, quella che si ha quando si giocano queste gare così importanti. Gigi Buffon non si nasconde, non ha bisogno di farlo.

Infine il 39enne estremo difensore sottolinea di non considerare il Pallone d'Oro una priorita': "L'unica mia priorita' e l'unica motivazione che mi ha spinto fino a qui e' chiudere un cerchio". "Le finali sono così, a fare la differenza saranno i dettagli e proprio per questo spero che il Real commetta il minor numero possibile di errori e che la Juve, Buffon e la difesa bianconera giochino una brutta partita".