Ballottaggi: a Trapani alle 19 ha votato il 16,69 %

Ballottaggi: a Trapani alle 19 ha votato il 16,69 %

Stando ai primi dati che arrivano dai seggi di Trapani, dove è in corso un voto atipico perché corre un solo candidato dopo l'esclusione del secondo che aveva guadagnato il ballottaggio, il quorum necessario per eleggere Piero Savona (Pd) sindaco è ben lontano dall'essere raggiunto. Perché il voto sia valido, deve recarsi alle urne il 50% degli elettori e almeno il 25% dei suffragi di tutti gli aventi diritto al voto.(ANSA). Una percentuale in ribasso di 9,34 punti rispetto al primo turno, che nel caso trapanese significa il rafforzamento dello spettro commissariamento.

Nei sette comuni siciliani interessati dal turno di ballottaggio, complessivamente alle 19 ha votato il 25,69 % degli aventi diritto, con una flessione del 18,30 % rispetto al primo turno.

Dall'elezione del sindaco passa anche il destino del consiglio comunale: "Se non si raggiungerà il quorum del 50% dei votanti al ballottaggio - spiega l'assessore regionale agli Enti locali, Luisa Lanteri - decadranno anche i consiglieri eletti al primo turno nelle liste in appoggio ai candidati sindaco e sarà nominato un commissario unico". In quest'ultimo caso sarebbe andato infatti al ballottaggio il senatore di Forza Italia Antonio D'Alì, suo acerrimo rivale dopo un lungo sodalizio politico. Al primo turno, allo stesso orario, avevano votato 25075 persone, ossia il 41,68% degli aventi diritto.