Apre Pitti Immagine Uomo alla Fortezza da Basso

Apre Pitti Immagine Uomo alla Fortezza da Basso

Enzo Fusco, creatore del brand Blauer, ha presentato le caratteristiche della sua collezione a Pitti uomo 2017, in corso a Firenze.

Pitti Immagine Uomo è l'evento in cui stilisti, designer, buyer e appassionati di moda si incontrano per fare il punto sulle nuove tendenze della moda maschile. Con Caroline Scheufele autrice di creazione indimenticabili come quelle dello zoo di brillanti di pochi anni fa oltre a Livia anche Simona Zito, amministratore delegato di Chopard Italia e la direttrice della boutique fiorentina Valerie Durandy.

I principali mercati esteri di riferimento del salone sono: Germania, Giappone, Spagna, Regno Unito, Cina, Olanda, Francia, Turchia, Svizzera, Belgio, Stati Uniti, Corea del Sud, Russia, Austria, Portogallo, Danimarca, Svezia. L'Italia è l'unico paese multicentrico: nella moda c'è Parigi, non la Francia; Londra, non il Regno Unito; New York, e non gli Usa. "Visita lampo a Pitti Uomo - scrive su Facebook - nella veste di Consigliere del Centro di Firenze per la Moda Italiana".

Il viceministro allo sviluppo economico Ivan Scalfarotto parla di "imperativo categorico alla collaborazione" e dell'efficacia del "tavolo della Moda e dell'accessorio" varato da un anno che, questo non lo ha ancora detto ma noi del Foglio siamo in grado di anticiparvelo, porterà nel giro di sei mesi a una coabitazione fisica di tutte le associazioni di categoria. In Italia, invece, ci sono Milano, Firenze, tanti distretti industriali e produttivi, perché il nostro Paese rima con moda, su innumerevoli fronti, non solo attraverso un luogo iconico.

Pitti è una manifestazione che ha dato la possibilità a tantissime aziende di potersi far vedere sul mercato e di crescere, compresa la mia, ma tante altre.

"Noi tutti siamo responsabili - ha aggiunto - se compriamo un capo contraffatto: dobbiamo tutti noi sensibilizzare, partendo dai giovani, bisogna partire dalla formazione per combattere la contraffazione". Come Cfmi, ha ricordato il presidente, "stiamo lavorando al tavolo nazionale della moda per promuovere la formazione: qui abbiamo scuole fra le più importanti al mondo per la moda, il mondo della moda ha bisogno di figure che si inseriscano".