A Milano in migliaia per la parata del Pride 2017

A Milano in migliaia per la parata del Pride 2017

Il corteo è partito da piazza Duca d'Aosta, di fronte alla stazione centrale, attorno alle 15. "Diritti senza confine" è lo slogan sullo striscione d'apertura, dietro al quale ha sfilato anche il sindaco della metropoli lombarda, Giuseppe Sala.

Ci vediamo al Milano Pride!

L'Onda Pride era composto da più di cinquantamila persone: fra loro insegne del PD milanese, del Movimento 5 Stelle, della Cgil, del Coordinamento Arcobaleno Milano, dell'Arcigay, di Rifondazione comunista, della Rete Famiglie Rainbow, che ha affittato un trenino.

Un clima di gran divertimento, di ballo e di musica, con birra che scorre a fiumi e decibel rovesciati sulla folla di decine di migliaia di persone dai camion attrezzati come discoteche ambulanti.

In Porta Venezia è stato allestito un palco per i discorsi delle varie associazioni e istituzioni e un concerto, da cui parleranno Antonio Pinna e Paola Barale, madrina dell'evento, e la cantante Alexia, che canterà anche l'inno ufficiale del Milano Pride 2017 'La cura per me'. Infatti, il 23 giugno, proprio alla vigilia della manifestazione conclusiva e all'interno della Pride Week, ArciLesbica Zami Milano ha organizzato la presentazione con annesso dibattito del libro di Daniela Danna Fare un figlio per altri è giusto. Vengono le nonne e i bambini, vengono i militanti dei gruppi che vogliono riaffermare l'orgoglio di essere "dalla parte giusta", vengono i curiosi, viene chi vuole attraccare e chi vuole essere attraccato, vengono le coppie e si ritrovano gli amici che non si riesce a vedere nel corso dell'anno - perché poi ognuno ha tempi e vive in posti diversi e si sa che non è sempre facile avere un momento per sé.

In corteo ci sono anche i Sentinelli, protagonisti di tante battaglie per i diritti e contro l'omofobia, e un folto coro di vocalist gay in maglietta nera, il "Checcoro". "Da tempo sappiamo che i diritti sociali e quelli civili devono camminare insieme per garantire coesione e sviluppo".