A luglio arriva la quattordicesima dei pensionati

A luglio arriva la quattordicesima dei pensionati

In conclusione ritiene che, dopo aver versato contributi per tutta la vita, perdendo il 67% delle loro pensioni i ricorrenti non hanno subito delle riduzioni proporzionate ma sono stati di fatto costretti a sopportare un onere eccessivo. In particolare per quanto riguarda il profilo dei lavoratori disoccupati a seguito di licenziamento o di dimissioni per giusta causa con esaurimento degli ammortizzatori sociali il soggetto dovrà produrre la lettera di licenziamento, di dimissioni per giusta causa o il verbale di accordo di risoluzione consensuale stipulato ai sensi dell'articolo 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604 (cioè all'interno della conciliazione obbligatoria prevista per le imprese dimensionate al di sopra dei 15 dipendenti). Oltre alla pensione, dunque, è bene ricordare che verranno tenuti in considerazione i redditi di qualsiasi natura, con l'esclusione dei trattamenti di famiglia, le indennità di accompagnamento, il reddito della casa di abitazione, i trattamenti di fine rapporto e competenze arretrate, le pensioni di guerra, le indennità per i ciechi parziali, l'indennità di comunicazione per i sordomuti.

Con riguardo al profilo dei lavoratori cd. invalidi sarà necessario allegare il verbale di invalidità civile attestante un'invalidità a suo carico di grado almeno pari al 74 per cento. I ricorrenti hanno percepito come pensione di vecchiaia somme che variano da 714 a 1.820 euro: con un'unica eccezione, l'assegno è stato inferiore a quello della pensione mensile media italiana, e sei ricorrenti su otto hanno preso meno di mille euro al mese.

Questo beneficio, che amplia la platea prevista a partire dal 2007, è stato un po' criticato, anche dal Presidente dell'INPS Tito Boeri, perché viene corrisposto anche a pensionati con redditi alti. Sono disponibili 5 opzioni: 4 prevedono la nascita in un anno che va dal 1951 (dal 1° maggio al 31 dicembre) al 1954 ed una che non contempla la nascita in uno di questi 4 anni. "Questo consentirà di allargare molto la platea dei beneficiari".

CIRCA 3,4 MLN PENSIONATI INTERESSATI: in totale sono circa 2,125 milioni i pensionati con redditi individuali fino a 1,5 volte il trattamento minimo e 1,25 milioni i pensionati con redditi tra 1,5 e due volte il minimo. A questo punto viene richiesto se si possiedono i requisiti visti precedentemente (dal punto 1 al punto 3). Queste cifre sono già eloquenti.

Il test online per la pensione precoce chiede innanzitutto se prima del 19° anno di età si sono sostenuti 12 mesi di lavoro effettivo o meno di 12 mesi.