Usa: si è dimesso il direttore della Comunicazione di Trump

Usa: si è dimesso il direttore della Comunicazione di Trump

Quando il tuo portavoce decide di abbandonare la nave, la situazione diventa seria.

Il direttore della comunicazione del presidente americano Donald Trump, Mike Dubke, sta per lasciare la Casa Bianca dopo tre mesi. Lo stesso Epshteyn ha confermato alla Abc di aver ricevuto richiesta di informazioni e di testimonianza da parte della commissione Intelligence della Camera, che guida uno dei filoni dell' inchiesta.

La Casa Bianca non ha ancora indicato il successore di Dubke.

Tra i nuovi volti che presto potrebbero essere visti alla Casa Bianca c'è quello del lobbista David Urban, consigliere di Trump in campagna elettorale e decisivo nell'aiutare il miliardario a vincere in Pennsylvania; secondo Axios, potrebbe diventare il nuovo capo di gabinetto, prendendo il posto di Reince Priebus. In questo contesto, il ruolo pubblico del portavoce Sean Spicer è destinato a diminuire, mentre Trump cercherà maggiori opportunità per comunicare direttamente con i suoi sostenitori attraverso comizi, interviste sulle tv amiche e apparizioni sui social media, per esempio con video su Facebook Live.

Corey Lewandowski, ex manager della campagna per Trump, potrebbe invece tornare a far parte del team dell'amministrazione statunitense per guidare quella che viene definita una "war room" per contrastare le accuse mosse a Trump per il Russiagate e per le sue relazioni troppo strette con il partner di Mosca.