Trump, cambio di rotta nella comunicazione

Trump, cambio di rotta nella comunicazione

Secondo quanto riportano i media, Dubke ha rassegnato le dimissioni il 18 maggio e Trump le ha accettate immediatamente.

Quando il tuo portavoce decide di abbandonare la nave, la situazione diventa seria.

Il direttore delle comunicazioni della Casa Bianca, Mike Dubke, si è dimesso dopo soli tre mesi dall'incarico affidatogli dal presidente statunitense Donald Trump. Lui non nasconde la sua autogestione nella comunicazione. Lo stesso Epshteyn ha confermato alla Abc di aver ricevuto richiesta di informazioni e di testimonianza da parte della commissione Intelligence della Camera, che guida uno dei filoni dell' inchiesta.

Un periodo difficile per il presidente a stelle e strisce per la difesa interna dagli attacchi dei democratici, in particolare, sullo scandalo Russiagate, che lo coinvolge. L'Europa sembra aver fatto fronte comune contro di lui, in difesa della stessa Europa, e c'è da segnalare che la posizione di Angela Merkel è condivisa anche dal presidente del Consiglio Gentiloni e dal presidente francese Macron. Clinton mantenne un team legale privato e creò un ufficio separato che gestisse le domande sulle indagini, in modo che la Casa Bianca potesse preservare l'immagine del governo e mantenere la sua attenzione sul lavoro del presidente.