Trump arrivato a Tel Aviv accolto dal premier Netanyahu

Trump arrivato a Tel Aviv accolto dal premier Netanyahu

"Sono venuto per ribadire il legame che non può essere spezzato tra Stati Uniti e Israele".

"Nel mio viaggio in questi giorni ho trovato nuove ragioni di speranza", ha detto Trump nel suo discorso all'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv. "Un futuro che è possibile solo se collaboriamo". In Terra Santa cercherà il rilancio della sua immagine, ma dovrà chiarire i segnali confusi mandati negli ultimi mesi e che hanno prima illuso il governo di Netanyahu e poi hanno rassicurato i palestinesi: abituato a cambi repentini di posizione, Trump ha infatti promesso nei mesi scorsi di riconoscere Gerusalemme come la capitale di Israele e di trasferirvi l'ambasciata americana che attualmente è a Tel Aviv, ma poi ha anche mostrato aperture ad alcune delle preoccupazioni palestinesi, esortando Israele a fermare la colonizzazione dei territori occupati. "Sono ansioso di collaborare a stretto contatto con voi" ha concluso Trump. Nel corso dell'incontro con il presidente israeliano Rivlin, Trump ha sottolineato come Usa e Israele possano dichiarare "a una voce che all'Iran non sarà mai, mai, mai concesso di avere un arma nucleare". Nel giro di 28 ore, Trump incontrerà il primo ministro Benjamin Netanyahu e il presidente palestinese Abu Mazen in due incontri separati.

Attendere un istante stiamo caricando il video
Attendere un istante stiamo caricando il video

Il presidente americano ha più volte affermato di volere mediare tra israeliani e palestinesi, senza però chiarire in che modo intenda raggiungere un compromesso, dopo che gli ultimi negoziati sono naufragati nel 2014. "L'Iran deve smettere di addestrare e finanziare i gruppi terroristici e le milizie", ha detto il presidente Usa, "C'è un profondo consenso nel mondo" su questo, "incluso nel mondo musulmano". "Garantiamo i diritti a tutti", ha aggiunto. Secondo quanto rivela il Jerusalem Post i ministri non volevano partecipare alla cerimonia per non dover affrontare una lunga attesa sulla pista sotto il sole. Ivanka Trump, al seguito del padre riguardo alla visita in Arabia Saudita ha twittato "fantastica e storica". Il premier israeliano ha così accolto Trump.