Tifosi della Juve attaccati da quelli del Napoli: volevano incendiare il furgone

Tifosi della Juve attaccati da quelli del Napoli: volevano incendiare il furgone

I sei tifosi bianconeri sono stati portati in ospedale, mentre il furgone che li stava riportando a casa è stato distrutto. A sentire il racconto, si parla di un assalto quasi di stampo militare, avvenuta intorno all'1:30 di notte presso un'area di servizio vicino Frosinone.

Al sitoBrindisireport.it , i tifosi juventini, tutti pugliesi, di Brindisi, hanno raccontato l'assurda vicenda, che è costata a uno di loro, Roberto Sabato di Mesagne, il ricovero in ospedale, ma che pteva finire peggio. A parlare è uno degli juventini aggrediti ai microfoni di Brindisi Report: "Eravamo fermi per fare benzina". All'improvviso si sono scagliati contro di lui quattro tifosi del Napoli. Roberto, colto del tutto alla sprovvista, è stato preso a calci e pugni. Noi a quel punto - prosegue uno dei sei juventini - abbiamo cercato di scendere dal furgone per difendere il nostro amico, ma subito dopo sono arrivati altri 30-40 tifosi napoletani che hanno spaccato i vetri del furgone con dei bastoni e degli estintori. "A un certo punto hanno anche acceso un fumogeno e lo hanno lanciato contro il furgone, che ha rischiato di andare a fuoco", ha confermato un altro tifoso bianconero.

Il pronto intervento della Polizia Stradale ha evitato che la situazione peggiorasse. Questa mattina i tifosi bianconeri verranno accompagnati in questura a Frosinone per sporgere denuncia e ricostruire la dinamica dei fatti.