Roma,Raggi: esposto in Procura su atti vandali Servizio giardini

Roma,Raggi: esposto in Procura su atti vandali Servizio giardini

Due le aree maggiormente colpite: Villa Borghese e Villa Lazzaroni ('visitata' per la seconda volta), a cui si aggiungono le sedi di Villa Carpegna, Villa Paganini e la sede dell'VII Servizio Operativo Municipale. Sono iniziati con l'avvio della bella stagione, la primavera, quando l'erba cresce e quando é necessario che il Servizio giardini si attivi per rendere fruibile il verde.

Danni da 30mila euro.

"Vi abbiamo chiamati qui per denunciare quello che sembrerebbe un attacco coordinato ai mezzi del servizio giardini, dal 19 aprile sono ben otto".

"Il Comune presenterà un esposto alla Procura perché sembra che ci sia una regia dietro tutto questo". "Il Servizio Giardini - conclude il consigliere capitolino del M5S - tornerà ad essere il fiore all'occhiello di Roma e noi continueremo a lavorare e a vigilare affinché non accadano più questi atti di becero vandalismo". Siamo profondamente indignati ma andiamo avanti. Lo ha detto il sindaco di Roma, Virginia Raggi, nel corso di un punto stampa presso Villa Lazzaroni dove ha presentato una rilevazione del dipartimento Tutela ambientale rispetto ai danni al servizio giardini di Roma che in meno di un mese ha registrato otto episodi di aggressione e vandalismo alle sedi e ai mezzi del servizio giardini di Roma, tra cui in alcuni casi anche agli arredi alle ville storiche. "Sono attacchi vili, anche se il costo è inferiore ai 50mila euro in un momento di sofferenza per le casse capitoline anche trovare i fondi per rimettere in funzione questi mezzi non è facile". È l'ottavo attacco che il Servizio giardini subisce in un mese.

"È sufficiente che leggiate la relazione desecretata sulla situazione del Dipartimento Ambiente, dove sembrava agissero organizzazioni criminali come mafia, camorra, 'ndrangheta e una banda di albanesi particolarmente efferata" ha aggiunto. Lo annuncia su Fb il presidente della commissione Ambiente di Roma, il pentastellato Daniele Diaco.

Per l'assessora all'Ambiente Pinuccia Montanari si tratta di "gravi intimidazioni per ripristinare il sistema degli affidamenti di Mafia Capitale. Da subito in commissione Ambiente abbiamo manifestato la volontà di realizzare un nuovo regolamento verde e stiamo lavorando a un documento complesso e molto faticoso per dare delle linee guida e di indirizzo chiare e specifiche sulla manutenzione del verde".