Ragland é super e Avellino va avanti 2-1 nella serie

Ragland é super e Avellino va avanti 2-1 nella serie

Playoffs Serie A: Avellino-Venezia - A differenza di quanto fatto da Venezia in gara-1, Avellino non sbaglia la prima gara in casa: i ragazzi di coach Sacripanti supera 96-83 i veneti e si portano in vantaggio per 2-1 nella Serie. Logan segna per il nuovo +1 di Avellino, ma Venezia si risveglia con una tripla di McGee (40 a 42). MarQuez Haynes spegne la prima fiammata biancoverde firmato Ragland e Thomas, e sarà poi Venezia a cercare di allungare alla metà del secondo periodo affidandosi molto alle conclusioni dall'arco: la squadra di De Raffaele chiude con un brillante 15/34, leggermente sporcato nel finale, ma Ragland, tornato a pieni giri dopo una sosta ai box per una lieve distorsione a una caviglia, è un rebus per le maglie difensive orogranata. Peric e Filloy danno il + 9 a Venezia, ma è ancora il centro irpino a segnare da dentro l'area. Roster invariati rispetto a gara-2 con Avellino che rinuncia ad Obasohan e Jones, mentre De Raffaele conferma Batista mandando in tribuna Ortner ed Hagins.

Magistrali le prove di Logan e Ragland, ma Sacripanti applaude fra gli altri anche Cusin, definito fondamentale in difesa quando l'Umana provava a tornare a pochi possessi di distacco. Seppur zoppicando, la Reyer si rimette in piedi grazie a Haynes ed il solito McGee; la Scandone risponde con Logan e Leunen tenendosi a +13 (70-57). Tripla di Bramos per gli ospiti e ancora Fesenko per la Sidigas (28 a 35). Logan prova a prendere il largo, ma Ejim e McGee chiudono il primo tempo in perfetta parità, sul 43-43. La Scandone però è in partita fin da subito e picchia con un doppio Fesenko e un Ragland (10 a 4). Peric fino in fondo così come Thomas. "Gli orogranata mettono in campo grande carattere, non arrendendosi e, con i quintetti piccoli, si riavvicinano fino a -10 (87-77 al 35'30"), costringendo la panchina avellinese ad adeguare il proprio assetto, abbassando a sua volta il quintetto in campo. Zerini da sotto. La tripla di Stone chiude il quarto sul 73-65.