Putin vede Gentiloni: "Pronti a dare audio incontro Trump-Lavrov"

Putin vede Gentiloni:

Passano pochi minuti da questa dichiarazione e il Cremlino tiene a precisare che non di registrazione si tratta ma della trascrizione stenografica. - Nessun segreto nell'incontro Trump-Lavrov.

"In Usa si sta sviluppando una specie di schizofrenia politica". "L'Italia - ha detto il presidente russo - per noi è un partner importante ed è uno dei paesi chiave nel nostro commercio con l'estero". Ma soprattutto la visita cristallizza un simbolismo che è anche sostanza: una settimana prima del G7 di Taormina, Gentiloni, che ne governa l'agenda, viene a raccogliere il punto di vista della Russia, "attore importante della scena internazionale".

"Lo stop alle importazioni di frutta, verdura, salumi e formaggi dall'Italia ha provocato peraltro in Russia un vero boom nella produzione locale di prodotti made in Italy taroccati" spiega la Confederazione. Secondo Putin, l'incontro del 2 maggio tra il generale Haftar e il premier appoggiato dall'Onu Serraj fa sperare nel raggiungimento della pace in Libia.

Sochi, 17 mag. (askanews) - Un'ora e mezza di colloquio, almeno 30 minuti più del previsto, per ribadire il rapporto che lega Italia e Russia ma anche per arrivare al G7 con un quadro preciso delle posizioni sulle principali partite a livello internazionale e rilanciare il dialogo con l'Ue. "Nessuno pensi che l'Italia romperà in solitaria con i suoi alleati" dell'Unione Europea, la spiegazione successiva, come nessuno creda che decisioni sul rinnovo delle sanzioni alla Russia dopo la crisi ucraina "possano essere prese con il pilota automatico senza essere precedute da discussioni". "Con il premier Gentiloni abbiamo discusso della cooperazione, prestando particolare attenzione allo sviluppo dei rapporti economici". Sul tavolo molti temi, a partire dalle relazioni economiche che legano i due Paesi.

Il premier italiano Paolo Gentiloni, a sinistra, con il Presidente russo Vladimir Putin a Sochi.

GLI ACCORDI BILATERALI - Eni e Rosneft, compagnia petrolifera russa, hanno firmato un nuovo accordo per l'estensione della collaborazione strategica nei settori dell'upstream, delle tecnologie, della petrolchimica e del marketing. E' una cosa che ci ha fatto ridere. Due accordi, inoltre, riguardano la formazione di tecnici e ingegneri russi dell'oil & gas e sono stati firmati dal Politecnico di Torino e due università di Mosca: la Mgimo e la Gubkin.