Morte nel rogo: due indagati per omicidio plurimo

Morte nel rogo: due indagati per omicidio plurimo

Sono state indagate due persone per il rogo del camper in cui sono morte tre sorelle rom, il 10 maggio, nel parcheggio di un centro commerciale alla periferia di Roma.

Secondo le prime informazioni trapelate, gli indagati sarebbero due uomini, anche loro di origine rom come le tre ragazzine morte tra le fiamme, sospettati di essere i responsabili dell'incendio doloso al camper.

La pista seguita da inquirenti ed investigatori e quella di una vendetta tra clan rom.

I due sono stati identificati attraverso alcune testimonianze e, l'esame delle immagini riprese da telecamere di sicurezza della zona, ha indirizzato a loro due. Da quel tragico rogo del 10 maggio scorso riuscirono a salvarsi i genitori e altri 8 figli della coppia. Poi c'è stato il racconto delle vittime scampate all'agguato che agli inquirenti hanno raccontato di aver subito minacce pesanti.Il pm Antonino Di Maio della procura di Roma coordina l'inchiesta per incendio e omicidio plurimo volontario perché non ci sono dubbi sul fatto che gli uomini al quale danno la caccia gli inquirenti abbiano appiccato l'incendio sapendo che nel camper dormiva un'intera famiglia.