Migranti: attese tra Pozzallo e Catania oltre 1.300 persone

Migranti: attese tra Pozzallo e Catania oltre 1.300 persone

Nel capoluogo etneo su nave "San Giusto" della Marina militare italiana sono giunti in 929; tra loro molte donne e una ventina di bambini.

Denunciato, inoltre, lo scafista dell'altro gommone, attualmente ricoverato in ospedale. La Squadra mobile, inoltre, ha eseguito l'arresto di un nigeriano che ha tentato di fare nuovamente ingresso in Italia dopo che era gia' stato espulso nel 2016 dalla questura di Varese.

Secondo il racconto dei superstiti, ad un certo punto l'imbarcazione si è squarciata, facendoli cadere tutti in acqua.

A Pozzallo era attesa la nave Gregoretti della Guardia costiera, con a bordo 254 persone e due cadaveri, mentre circa mille erano attese al porto di Catania. La Polizia ha fermato i due presunti scafisti, un gambiano di 33 anni e un senegalese di 23 anni che guidavano i due gommoni partiti dalla Libia. Il giorno successivo sono stati soccorsi dalla motonave Asso Zejt1.

Walid Eibo, questo invece il nome del maggiorenne: il 25enne con passaporto maltese è stato, invece, registrato più volte in arrivo o partenza sulla tratta Malta-Pozzallo. Nel 2017 sono 40 gli scafisti fermati in provincia di Ragusa. Contatti sono stati avviati dalla Digos con gli organi di polizia maltesi per verificare se i due avevano programmato una prosecuzione del viaggio del minore o di entrambi verso altre mete.