Manichini Roma, ultras Lazio rivendicano

Manichini Roma, ultras Lazio rivendicano

Con un blitz, stanotte sono stati appesi come impiccati, davanti al Colosseo, sul cavalcavia di via degli Annibaldi, alcuni Manichini vestiti con le maglie dei giocatori della Roma De Rossi, Salah e Nainngolan.

"Un consiglio senza offesa: dormite con la luce accesa".

Ma gli inquirenti non la pensano cosi' ed hanno iniziato ad indagare. Il procuratore aggiunto Francesco Caporale nelle prossime ore aprira' un procedimento ipotizzando questo reato. In merito l'ipotesi degli investigatori è che gli autori possano essere proprio alcuni supporter biancocelesti.

"Ferma condanna" dell'episodio e di ogni forma di violenza. Dobbiamo capire bene da che parte è venuta.

Stessa linea anche per la Lazio che giudica "il gesto una bravata che non si puo' giustificare" e come la Roma, attende di saperne di piu' "prima di assumere posizioni".

A segnalare l'episodio, tramite il Numero Unico per le emergenze, un passante che ha allertato la forze dell'ordine intorno alla mezzanotte. "E' nell'interesse di tutti mantenere il clima piu' disteso possibile". "Fermo restando che da sempre dopo ogni derby si verificano anche episodi goliardici e di sfottò". Nella nota, gli irriducibili spiegano che le bambole gonfiabili rappresentano in realtà una metafora volta a rimarcare lo stato depressivo in cui versano i tifosi e i giocatori dell'altra sponda del Tevere (sconfitti per tre a uno nel derby giocatosi domenica scorsa).