Jolly Nero, i familiari delle vittime: "Sentenze edulcorate"

Jolly Nero, i familiari delle vittime:

Condannato inoltre il primo ufficiale della Jolly Nero Lorenzo Repetto a 8 anni e 6 mesi e il direttore di macchina Franco Giammoro a 7 anni di reclusione.

Tornando nel dettaglio alla sentenza, tutti gli imputati sono stati condannati al pagamento delle spese processuali, e per Paoloni e Giammoro è stata disposta l'interdizione temporanea dai pubblici uffici per la durata della pena.

Silvia Carpanini, il giudice del tribunale di Genova, ha condannato a 10 anni e 4 mesi di reclusione il comandante della Jolly Nero Roberto Paoloni per la strage della Torre Piloti del 7 luglio 2013 dove persero la vita 9 persone e altre 4 rimasero ferite. "E' stata una sentenza articolata a fonte di un processo complicato - ha aggiunto Alberto Mittone, legale con Pietro Palandri del delegato della società all'armamento della Jolly Nero Giampaolo Olmetti, che è stato assolto -". Alla Messina, proprietaria di Jolly, è stata comminata invece una sanzione pari ad un milione di euro. Sono state applicate le attenuanti generiche al pilota del porto di Genova Antonio Anfossi, per il quale il giudice ha cominato una condanna a 4 anni e due mesi contro i 10 anni e 6 mesi chiesti dal pm. Le pene, molto inferiori rispetto a quelle richieste dai pm, hanno suscitato l'ira dei familiari. "Ho creduto nella magistratura, ma sono delusa - ha aggiunto - Il pm ha lavorato bene, ma non ci siamo". Il solo Paoloni era accusato anche di falso ideologico.

Ovvia la rabbia e la delusione dei familiari delle vittime. Fu un episodio che difficilmente ci si può scordare, il terrificante incidente nel porto di Genova della sera del 7 maggio 2013. Né io né i miei avvocati, io voglio giustizia. Il giudice ha concesso clamorosamente l'assoluzione a Olmetti, che abbiamo sin da subito ritenuto responsabile non solo giuridico ma anche morale di questa tragedia. Tusa, originario di Milazzo, aveva 30 anni ed era in servizio come radarista della torre di controllo nello scalo genovese la notte del disastro avvenuto a Molo Giano quando la nave Jolly Nero della linea Messina, urtò la struttura causandone il crollo. "Bisogna far uscire la melma del porto di Genova".