Il nuovo operatore italiano non si chiamerà Free Mobile

Il nuovo operatore italiano non si chiamerà Free Mobile

Free Mobile non si chiamerà Free Mobile. La società è una sussidiaria di Iliad, uno dei principali attori nel mercato francese per quanto riguarda l'accesso a Internet e più in generale le telecomunicazioni.

Quello che sappiamo per certo, però, è che le strategie di mercato saranno molto chiare, Free Mobile ha deciso di offrire ai propri clienti italiani le stesse tariffe trasparenti che l'hanno portata ad ottenere grande successo nel mercato transalpino. Un aspetto questo non secondario che spesso gli operatori attuali non sono in grado di garantire.

Nel nostro Paese il nuovo operatore dovrà scegliere un altro nome, perché Free infrangerebbe un nome già registrato.

E' tempo di annunci in casa Free Mobile. A precisarlo è stato lo stesso presidente Xavier Niel, che però ha tenuto il massimo riserbo sul nominativo scelto per il mercato del Belpaese, sempre che esso sia stato già stabilito. Di conseguenza teniamoci pronti per l'arrivo del famigerato quarto operatore in una finestra temporale che andrà da novembre 2017 a febbraio 2018. Naturalmente Niel al riguardo non si è affatto sbottonato e scommetto, che il nuovo nome non sarà reso noto ancora per molto tempo, almeno fino a dopo l'estate, periodo in cui tutto sulla discesa in campo sarà dettagliato-.

Un brand che non è stato svelato ma che dovrebbe avere lo stesso appeal di Free Mobile. A questo punto non rimane che attendere l'arrivo dell'operatore in Italia che potrebbe dire la sua anche per quel che riguarda la telefonia fissa grazie ad un possibile accordo con Enel e la sua fibra ottica. Viste alcune precedenti dichiarazioni che vedrebbero i prezzi di Free Mobile in linea con quelli degli operatori nostrani e ben lontani da quelli proposti in Francia, questa scelta potrebbe dipende dalla volontà di evitare eventuali paragoni futuri fra le nostre future tariffe e quelle presenti sul suolo francese.