Il Governo pone la questione di fiducia sulla manovrina

Il Governo pone la questione di fiducia sulla manovrina

Mentre è ancora in corso il braccio di ferro Renzi-Alfano sulla proposta di legge elettorale, con vista sulle elezioni anticipate in autunno, la "manovrina" di correzione dei conti pubblici si candida ad essere il primo banco di prova per la maggioranza.

Anna Finocchiaro, Ministra per i Rapporti con il Parlamento, ha chiesto a nome del Governo di porre la questione di fiducia al testo della Manovra Bis come approvato dalla Commissione Bilancio alla Camera. "Siamo degni di fiducia perché abbiamo onorato quell'impegno fino ad ora, e non c'è ragionevole dubbio che non siamo capaci di farlo per il prossimo anno". Ma la situazione a Palazzo Madama rischia di essere diversa e il "no" minacciato da Mdp rischia di mettere in seria difficoltà Palazzo Chigi. La seduta dell'Assemblea è stata ora sospesa per la riunione della Conferenza dei capigruppo che deve definire i tempi per la votazione della fiducia.

Si svolgerà domani alle 17.30 il voto sulla fiducia posta dal Governo alla manovra. Voto finale sul provvedimento giovedì entro le 12.