Il Giro d'Italia numero 100 parla olandese: vince Dumoulin

Il Giro d'Italia numero 100 parla olandese: vince Dumoulin

Tom Dumoulin ha conquistato il Giro d'Italia 2017 portando all'Olanda la prima vittoria della storia nella corsa rosa. Si parte dal rettlineo del circuito brianzolo di Monza l'ultima tappa, i ciclisti effettueranno un giro di pista e poi imboccheranno la pit lane per uscire dal tracciato tramite il parco di Monza sfrecciando davanti alla Villa Reale, dove è situato il primo rilevamento cronometrico.

L'olandese volante Tom Dumoulin ha vinto il Giro d'Italia 100, il più avvincente degli ultimi anni. Al vincitore della tappa al Blockhaus, e maglia gialla in carica, non è dunque riuscita la doppietta Tour-Giro. E non sente nemmeno la pressione, o almeno così sembra, di un pronostico che lo vuole favorito nell'ultimo appuntamento che potrebbe incoronarlo re del Giro del centenario.

La nuova Maglia Rosa Nairo Quintana ha dichiarato: "Il livello di questo Giro è veramente alto". Dopo due secondi posti, Mikel Landa (Team Sky) riesce finalmente a cogliere l'agognato successo di tappa; alle sue spalle, i giochi per la classifica generale sono completamente riaperti. Durante la cronometro "mi sono sentito bene - ha proseguito - Non volevo sentire indicazioni sui distacco ma dopo che ho passato la metà mi hanno detto di non prendere rischi e ho capito", ha concluso il capitano del team Sunweb. "Insomma, per l'olandese non dovrebbe essere un problema recuperare 10" a Pinot e 14" a Nibali, ma tutto sommato anche i 53" da Quintana non dovrebbero essere poi così tanti, visto che da Foligno a Montefalco rifilò al colombiano circa tre minuti.

Le avvisaglie dell'ottima condizione di Dumoulin si erano avute sul Blockhous dove vinse Quintana senza però fare il vuoto. "Sul terzo gradino, staccato di soli 9", l'italiano Vincenzo Nibali.

L'ultima tappa del Giro d'Italia è partita da Monza. Maglia bianca di miglior giovane per Jungels. Mi aspetto che attacchino Nibali e Pinot, è molto pericoloso anche lui. La cronometro ha contato molto: "è stata l'ago della bilancia". Il più accreditato alla vittoria era proprio l'olandese essendo uno specialista delle prove a cronometro.

Un altro fuoriclasse alla corte di Patrick Lefevere è sicuramente Fernando Gaviria, dominatore a punti vestendo il ciclamino.