Higuain, che stoccata al Napoli: "Sono un vincente nato, qui alla Juve..."

Higuain, che stoccata al Napoli:

"Ciò che li unisce è che sono ambedue molto competitivi e molto passionali". Ma non lo credevo e infatti è stata una scelta molto complicata e difficile. Tra i grandi protagonsti della fantastica annata della Juventus c'è sicuramente lui: Gonzalo Higuain. Il Pipita, con 32 gol, è salito sul podio deibomber più prolifici della storia bianconera per numero di reti stagionali, a parimerito con Trezeguet e Del Piero. Queste le parole dell'argentino a Premium Sport nel prepartita. Mi manca l'asado, il mate, i nostri sapori. Voglio ancora crescere e raggiungere questi obiettivi. Una volta che, però, è entrato in forma, è stato davvero devastante.

Oggi c'è un solo obiettivo per la Juventus. La Juventus è diversa dalle altre società.

Gonzalo Higuain è il miglior calciatore della Juventus in questa stagione. Higuain ha ringraziato la città e il popolo napoletano per tutto l'amore e il supporto che gli è stato dato nei 3 anni in azzurro e giura di aver lasciato, all'ombra del Vesuvio, un pezzo del suo cuore: "Ho giocato tre anni al Napoli e ringrazio per tutto quello che quella città mi ha dato".

IL RICORDO DI NAPOLI - "Ho un ricordo meraviglioso di Napoli, non ho nulla da dire di più". I compagni, lo staff, i magazzinieri, i fisioterapisti, gli amici. Ma io penso a me stesso ed al fatto che in campo ho sempre dato tutto. Salvo colpi di scena, Higuain resterà alla Juventus e Belotti non arriverà ma si sa: le vie del mercato sono infinite. Ho fatto la scelta giusta per la mia carriera di professionista.

"Difficile. Però senza dubbio quello con il quale ho avuto più continuità è stato Sarri". Sarà una partita importante, non c'è nessun altro risultato.

SU ALLEGRI -"Allegri lo conoscevo già". Se i bianconeri dovessero festeggiare al termine dei 90 minuti di gioco, sarebbero la prima squadra a vincere tre edizioni consecutive della Coppa Italia, così come sarebbero i primi ad arrivare a quota sei scudetti in fila in caso di successo contro Crotone o Bologna nelle ultime due giornate di campionato. Mi ha dato la fiducia necessaria per giocare al meglio, mi ha cambiato.