Fiocco o Tequila? Sul caso del micio conteso decide il pm... Gatti

Fiocco o Tequila? Sul caso del micio conteso decide il pm... Gatti

La storia di Fiocco-Tequila, il micio conteso da due donne che, dopo un periodo di condivisione, è finita davanti al tribunale del Riesame di fronte al quale le signore si sono presentate per rivendicare il felino che in un primo momento era stato posto sotto sequestro (!) dal pubblico ministero Emilio Gatti.

Il gatto di 4 anni, dopo essere stato per due anni fedele alla sua padrona, ha deciso di trasferirsi poco lontano in casa di un'altra padroncina dove ha preso anche l'abitudine di passare la notte.

La lite è esplosa quando la seconda padrona ha deciso di traslocare. La prima proprietaria del felino protesta e denuncia l'ex vicina ai carabinieri per il furto del micio. Tutto sembrava filare liscio, anche con uno "sdoppiamento" di nomi: Fiocco per la prima proprietaria, Tequila per la seconda. L'indagine si sposta così in procura e il fascicolo finisce nelle mani del Pm. Gatti. Che, dopo avere valutato la denuncia della prima proprietaria, dispone il sequestro del micio, che viene preso dai carabinieri di Molassana e riportato in casa della vecchia proprietaria. Non ci sono prove infatti che l'animale appartenga alla prima donna, che del gatto ha solo un generico libretto sanitario. Ma la vicenda potrebbe non finire qui.

Ora la decisione finale spetterà al giudice del tribunale del Riesame, dato che la mediazione tra le due padrone non è andata a buon fine e la guerra continua.