Coppa Italia, Tagliavento arbitrerà la finalissima tra Juventus e Lazio

Coppa Italia, Tagliavento arbitrerà la finalissima tra Juventus e Lazio

A questo appuntamento le due squadre arrivano con umori diversi: la Lazio con sicurezza, la Juventus con qualche dubbio. E dei 14 gol stagionali del senegalese, 6 sono arrivati nelle ultime 3 partite. Non era facile per lui andare a giocare in un San Paolo così, ma nonostante ciò ha fatto molto bene, giocando due belle partite. Quell'anno l'attuale allenatore biancoceleste chiuse la sua stagione con 10 gol in 33 partite; Buffon e Inzaghi dunque rappresentano la continuità di Juventus e Lazio, anche se in modi diversi. Il croato è andato ko nel finale di gara contro la Roma ed è in dubbio per la finle di Coppa Italia. La Juventus si approccia con fame e determinazione alla finale di Coppa Italia che la vedrà contrapposta alla Lazio, nella sfida dell'Olimpico di mercoledì sera.

Fondamentale per la Lazio sarà passare in vantaggio perché, qualora riuscisse a portarsi avanti nel punteggio, sarebbe molto difficile per la Juventus scardinare una difesa che ha dimostrato di essere molto solida. Presso la Sala Clemenza di Palazzo Apostolico, come riporta il sito della Lega Calcio, bianconeri e biancocelesti avranno l'occasione, nella mattinata di martedì, di incontrare personalmente il Santo Padre. Siamo emozionatissimi. Però bisogna essere concentrati perché per ora non abbiamo ancora vinto niente, e quando i traguardi sono vicini bisogna accelerare e non abbassare l'attenzione, in vista del campionato, della Coppa Italia e della finale di Champions.

La reazione dei tifosi della Lazio alla designazione di Tagliavento non è stata sicuramente gioiosa: in molti si sono limitati a ricordare i numeri.

Mandzukic si è ritagliato uno spazio fondamentale nel 4-2-3-1 di Allegri, diventando recupera palloni e assistman, superando il ruolo di punta svolto durante tutto l'arco della carriera: il suo apporto sulla sinistra è fondamentale, considerando i km macinati in ogni gara e l'esperienza che lo spinge a tornare in attacco al momento giusto.