Chiellini: "Champions? Siamo migliori rispetto a due anni fa. Su Buffon…"

Chiellini:

E a pochi giorni dalla finale di Cardiff, il "King Kong" bianconero ha spiegato cosa servirà alla Juventus per battere il Real Madrid.

La difesa bianconera si è rivelata una delle migliori d'Europa, ma il merito è anche dell'aiuto dei compagni da altri reparti: "La fase difensiva di questa squadra la facciamo in 11". La differenza la fa l'atteggiamento, lo spirito di sacrificio di tutti. Queste le sue parole, riportate dalla Gazzetta dello Sport: "Ci sentiamo migliori di due anni fa, abbiamo aumentato la qualità e la tecnica". Dobbiamo dimostrarlo in campo. Il Real sembra che sia lì a giochicchiare, ma appena pensi di poter avere il sopravvento ti colpisce, lo ha dimostrato contro il Napoli e il Bayern. Dovremo vincere ogni duello e mantenere un certo ordine.

I CENTRALI - "Le caratteristiche mie e di Leo sono visibili e palesi". Io sono piu un marcatore puro, dietro siamo in 5 centrali con caratterisfiche diverse dagli altri. Meglio o peggio non esiste, sono due fuori classe. Isco negli ultimi due mesi è stato il valore aggiunto per gli spagnoli.

PALLONE D'ORO - "Sono stato fortunato ad aver fatto tutta la carriera con Buffon, forse non mi rendo nemmeno conto cosa voglia dire giocare senza un fenomeno come lui". Per il resto credo che non sia giusto dare un pallone d'oro alla carriera. Me lo auguro, perché sarebbe conseguenza di una vittoria magari anche in Champions. Oltre all'ordinario serve anche lo straordinario, come la parata di Gigi su Iniesta.

SUDAMERICA - "Il gruppo sudamericano è una parte fondamentale dello spogliatoio". C'è grande rispetto reciproco, portano anche allegria e spensieratezza rispetto a noi italiani, un po' più bacchettoni e seri. Sabato cercheremo di limitare il Real, anche se è impesabile pensare di non concedere nemmeno una chance a una squadra di quel livello. "Dovremo essere bravi a trovare un giusto equilibrio tra difesa, possesso e le varie situazioni che ci sono in una partita". Nel giro di 2-3 anni dico di sì, piano piano invecchiamo tutti.

DUE ANNI FA - "Eravamo alla fine di un ciclo per vari motivi, secondo me quest'anno ancora non lo siamo. Qualcuno smetterà, qualcuno vorrà cambiare aria, e poi arriverà qualcuno che farà bene come sempre è stato". Il cambio di modulo ci ha dato lo slancio a vincere e divertirci. Avevamo bisogno di provare qualcosa di nuovo, vincevamo ma non non ci divertivamo abbastanza.

SVOLTA BARCELLONA - "La partita chiave è stata quella contro il Barcellona".