Campidoglio, Bebe Vio dalla Raggi per la campagna contro il Cyberbullismo

Campidoglio, Bebe Vio dalla Raggi per la campagna contro il Cyberbullismo

"Tutto viene esposto sotto gli occhi di tutti", in quella che la sindaca ha definito "una vetrina mediatica che non risparmia i piu giovani". Per questo, ha sottolineato Raggi "è prezioso il lavoro che ogni giorno svolge la Polizia postale così come il progetto 'Vita da social', che durante le sue tre edizioni ha coinvolto oltre 1 milione di studenti, oltre 8.500 istituti, con una pagina facebook cui accedono 12 milioni di utenti mensili e che è stato selezionato dalla Commissione europea per come ha inciso profondamente nelle pieghe della nostra società". Stamattina una grande festa nell'aula Giulio Cesare in Campidoglio ha accompagnato la tappa del progetto educativo 'Una vita sui social' contro le prevaricazioni in rete, con la partecipazione del sindaco di Roma, Virginia Raggi, del presidente dell'Assemblea capitolina, Marcello De Vito e dell'assessore allo Sport e alle Politiche giovanili, Daniele Frongia, che hanno consegnato le medaglie del Natale di Roma e delle pergamene commemorative alla giovane atleta delle Fiamme Oro e ad alcuni agenti della Postale e delle Comunicazioni della Polizia di Stato, la prima testimonial d'eccezione, i secondi ideatori e organizzatori della campagna social. "Le cronache ci raccontano episodi devastanti che arrivano spesso a spezzare le esistenze".

"Bisogna darsi da fare tanto, se una cosa la volete dovete impegnarvi tanto". Gli effetti del bullismo sono devastanti e il cyberbullismo utilizza gli stessi strumenti vessatori. "Possono essere una cosa bellissima ma anche bruttissima; io sono stata vittima ma ho denunciato subito tutti perchè sono poliziotta delle Fiamme oro", ha dichiarato Bebe che ha poi fatto un augurio a Gigi Buffon per l'eventuale vittoria del Pallone d'Oro. "Dobbiamo tutti essere al fianco delle vittime per far sentire loro la nostra vicinanza", ha concluso la sindaca. Non e' vero che non volete niente, siete giovanissimi. Potete scegliere. Io attraverso i social riesco a mandare messaggi positivi. Per Bebe Vio "i social sono una cosa positiva da un lato negativa dall'altro". Ognuno di voi puo' dare una mano a un'associazione, se cercate in rete ne trovate tantissime.