Avellino torna in vantaggio: 2-1 su Venezia con Ragland e Logan

Avellino torna in vantaggio: 2-1 su Venezia con Ragland e Logan

La Sidigas Avellino sfrutta al meglio il calore del proprio pubblico al PaladelMauro e batte 96-83 la Reyer Venezia in gara 3 nelle semifinali playoff di serie A. I ragazzi di Pino Sacripanti ritrovano l'energia persa in gara 2 sono trascinati al successo da una prova superlativa di Joe Ragland, autore di 31 punti con 43 di valutazione. Immensa prestazione di Joe Ragland che chiude con 33 punti. Il finale di periodo è tutto per l'Umana Reyer, che trova Ress (una tripla) e soprattutto McGee (bel canestro in step back e gioco da tre punti finale) protagonisti per il 20-22 al primo intervallo. Il catino di contrada Zoccolari si trasforma in una bolgia quando gli ospiti hanno palla: la Reyer si sblocca dalla lunetta mentre la Scandone lo fa aggredendo il ferro prima con Ragland e poi con Logan ma Tonut impatta dai 6.75 dopo tre giri di lancette. Si gioca a ritmi indiavolati, con gli orogranata che partono con un 1/6 da 3 e Avellino si porta sul 10-4 al 4'. Avellino segna con Thomas e Randolph, ma la solita coppia Ejim- Peric mette il punto sul match.

Al ritorno sul parquet, Avellino aumenta l'intensità difensiva, creando problemi a Batista, che perde due palloni sanguinosi e apre con un break di 13-5, che vale il +8 (56-48), dopo quattro minuti, con uno scatenato Rangland sugli scudi. La Sidigas infila un parzialone di 20-5 per il 63-48, ma appena allenta la presa sul manubrio, Venezia rosicchia lo svantaggio con le triple, il quintetto leggero con Peric e Viggiano da 4, e una fiammata (l'unica, per la verità) di Julyan Stone, che spara due bombe consecutive sul finire del terzo periodo.

Avellino scava il solco in avvio di ripresa, schiacciando sull'acceleratore, chiudendo l'area in difesa e infilando una grandine di triple: comincia Thomas, immacolato nei suoi primi 6 tiri dal campo, e rintuzzano Ragland (33 punti alla fine) e Logan (21), salito prepotentemente in cattedra con la toga da professore. Roster invariati rispetto a gara-2 con Avellino che rinuncia ad Obasohan e Jones, mentre De Raffaele conferma Batista mandando in tribuna Ortner ed Hagins. Bramos segna due triple consecutive e Sacripanti chiama sospensione (38-24). Logan ancora dalla lunga distanza prima di Haynes. Batista da sotto e Tonut in penetrazione costringono Sacripanti al time out (17-11). Zerini fa 1/2. Stone dall'arco (71-62).