Aumenta la tensione: lanciato un altro missile balistico

Aumenta la tensione: lanciato un altro missile balistico

Symantec ha rilevato in passato l'origine degli attacchi informatici negli Stati Uniti, in Corea del Nord e in Israele.

Più di 200.000 computer in 150 paesi sono stati colpiti dall'attacco ransomware, descritto come il più grande del suo genere, il tutto durante lo scorso fine settimana. La tensione internazionale cresce dopo la recente serie di test missilistici da parte di Pyongyang. Tuttavia, tutti hanno precisato che le prove non sono schiaccianti.

Eppure, dietro quel misterioso attacco, peraltro fermato quasi per cas da un programmatore 22enne, ci potrebbero essere gli esperti informatici della corea del Nord.

Si tratta soltanto di un indizio, ma è stato accolto con grande interesse dalla comunità scientifica: Matt Suiche, colui che ha rallentato la propagazione del virus trovando un secondo interruttore, ha twittato "Ci sono somglianze tra Wannacry e Contopee (la backdoor di cui sopra N.d.R.) del gruppo Lazarus!".

La task force nasce sulla falsa riga dei 'Mission Center' già esistenti per l'Africa, per il Vicino Oriente e per l'antiterrorismo, coordinerà l'azione di tutti gli 007 Usa che si occupano della Corea del Nord e usufruirà non solo delle risorse della Cia, ma anche di quelle di tutte le altre agenzie federali di intelligence. Il lancio è "una chiara violazione delle risoluzioni dell'Onu" e "una grave minaccia alla sicurezza regionale", ha commentato Moon Jae-in che ha invitato Pyongyang a lavorare alla ripresa del dialogo. Choe Son Hui infatti era a capo di una spedizione diplomatica nordcoreana che si è messa in viaggio in Europa per incontrare ex funzionari Usa all'indomani della famosa apertura di Trump in cui il Presidente Usa che si diceva pronto a incontrarsi con Kim se le condizioni lo consentissero.

La Corea del Nord non ha intenzione di interrompere il proprio programma missilistico anzi, fino a quando "gli Usa e i suoi alleati non faranno la scelta giusta", Pyongyang continuerà a effettuare test nucleari e missilistici con testate atomiche.