Arriva il primo ristorante di Nutella al mondo

L'obiettivo del Nutella Café è quello di esportare in tutto il mondo la nutella, non solo come prodotto dolciario, ma come autentica esperienza. Per l'apertura sono previste, secondo quanto promesso dalla stessa Ferrero, speciali sorprese e regali per i primi 400 clienti.

E così Ferrero consolida il mito, e lancia, il 31 maggio, il primo Nutella Café al mondo, che apre i battenti oltre Oceano, a Chicago (Illinois), North Michigan Avenue, addirittura su 2 piani, replicando una presenza che ribadisce, nella storica città americana, quella, già consolidata, del corner presso Eataly. La risposta è semplice: di tutto!

Inutile dire che nel menù ci sono tutti i possibili piatti in cui si può utilizzare la famosa crema spalmabile alla nocciola: dai waffle di Liegi a gelati, ma ancora crepes e fondute di frutta e nutella e tanto altro ancora. Anche per quel che concerne le bevande ci si potrà sbizzarrire: chi ordinerà un caffè o una cioccolata calda potrà renderli più invitanti con Nutella e panna montata.

Pochi forse sanno che, in principio, Nutella è stata creata per rimediare alla scarsità di cacao dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Sono passati 71 anni da quando Pietro Ferrero, proprietario di una pasticceria di Alba, nelle Langhe, vendette il primo lotto di 300 chili di Pasta Giandujot: una pasta di cioccolato e nocciole venduta in blocchi da taglio. Le dà la forma di un panetto da tagliare e gustare con il pane e le dà il nome di "Giandujot". Il 14 maggio 1946 viene fondata ufficialmente la ditta Ferrero. Il vasetto di crema alle nocciole più famoso al mondo è ormai un'istituzione all'estero e, sempre Noah Szporn, ha spiegato la scelta della città di Chicago per aprire il primo ristorante al mondo di Nutella in quanto località con una "fantastica cultura del cibo". Nel 1951 nacque la Supercrema, conserva vegetale venduta in grandi barattoli. Nel 2014 è stato celebrato mezzo secolo di produzione.