Serie B: il Vicenza si risveglia, Novara travolto

Serie B: il Vicenza si risveglia, Novara travolto

Salvo al decimo posto in classifica, ora l'unico obiettivo da raggiungere sono i play off. Galabinov sfiora il raddoppio al 34', il Vicenza sbanda ma non crolla e trova il pari al 40' con Ebagua, che si getta in contrasto con Troest sul cross di Orlando.

Novara: 1 Da Costa, 2 Troest, 5 Casarini, 6 Scognamiglio, 7 Cinelli, 10 Macheda, 16 Galabinov, 17 Lancini, 24 Dickmann, 27 Calderoni, 28 Selasi. A disp. Montipò, Chiosa, Kupisz M., G. Adorjan G., Koch, Nardi. All. Ossigeno puro per i biancorossi che muovono la classifica e superano momentaneamente Brescia e Ternana, lasciando i bassifondi della classifica per una notte. Seconda sconfitta consecutiva, invece, per il Novara, che potrebbe vedere allontanarsi l'ultimo slot disponibile per una qualificazione ai play-off; la compagine allenata da Boscaglia è apparsa scarica nelle ultime due uscite.

Esordio non privo di difficolta per Vincenzo Torrente davanti al pubblico biancorosso. Ci sono diversi giocatori da valutare come condizioni fisiche: non ci sarà Zaccardo, poi vedremo Vita, Esposito, Pucino e Rizzo come staranno lunedì. Probabile il modulo 4-3-3 con Vigorito tra i pali e una difesa composta dalla coppia centrale Adejo-Esposito e da Adejo e D'Elia sulle fasce. Al 64' il sorpasso: palla persa banalmente a metà campo dal Novara, progressione personale di Giacomelli, sponda per Bellomo e tiro imprendibile per il portiere ospite, un gol meritato per un centrocampista frenato soltanto dagli infortuni e che Torrente aveva richiesto espressamente durante il suo breve interregno salernitano. In attacco l'ex Pro Vercelli sarà supportato dal già citato Vita e Giacomelli.

Boscaglia dovrà fare a meno, per problemi fisici, del difensore Mantovani e dell'attaccante Sansone.