Ragusa arrestato pedofilo abusava della figlia della compagna

Ragusa arrestato pedofilo abusava della figlia della compagna

L'indagato - secondo l'accusa - avrebbe abusato sessualmente di una minorenne, figlia della sua convivente.

Il proprietario, totalmente ignaro della vicenda, ha controllato registrazione del sistema di sorveglianza nel momento in cui si è accorto di alcuni oggetti spostati, pensando si fossero introdotti dei ladri. Vedendo la grande differenza di età fra l'uomo e la bimba, portava il filmato in questura.

L´adolescente è stata sentita nella sala audizioni protette, assistita da investigatori specializzati, e ha raccontato gli abusi che subiva da anni. L'uomo è stato fermato e il Gip di Ragusa ha emesso una misura cautelare in carcere nella sezione speciale dei sex offender.

Un solerte ed intelligente cittadino ragusano aveva installato mesi addietro delle telecamere per controllare la casa di campagna.

Tutto è cominciato quando un ragusano, notati alcuni oggetti spostati nel cortile della propria casa di campagna, è andato a guardare le riprese della videosorveglianza per capire cosa fosse accaduto.

Ragusa - Determinanti sono state le immagini della videosorveglianza di un casolare di campagna e il senso civico del proprietario dell'immobile, che ha subito chiamato la Polizia.

Questo è quanto commesso da un uomo, fermato dalla polizia di Ragusa. Marco Rota un intervento immediato per porre fine agli abusi subiti dalla piccola.

Dal racconto della piccola, confermato anche dal soggetto abusante, è emerso che lui minacciasse di far del male a lei ed alla madre che la bambina voleva proteggere.