Montella: Fischi a De Sciglio ci stanno, basta parlare di mercato

Montella: Fischi a De Sciglio ci stanno, basta parlare di mercato

Passa da Crotone la strada verso l'Europa League del Milan di Montella.

"Il Crotone è una squadra molto organizzata che ha fatto bene anche nel girone d'andata, gioca con coraggio e lo dico a prescindere dagli ultimi risultati". Mi aspetto che ci sia la volontà da parte di tutti di pensare solo al presente, cioè il traguardo dell'Europa League. Ho visto la squadra concentrata, anche a livello agonistico ha aumentato la qualità degli allenamenti. Per il sesto posto non ci sarebbe alcun problema.

"Ci sono tanti tormentoni che rischiano di distrarre l'ambiente, si parla troppo di mercato ma è normale, la colpa non è di nessuno, ognuno fa il suo mestiere".

Sul calciomercato:"Fassone e Mirabelli ci hanno chiesto di concentrarci solo sul presente". Di mercato se ne deve parlare poco, ci sono delle speculazioni ma è inevitabile con l'ingresso di una nuova dirigenza. "E poi l'intenzione è quella di continuare con questo gruppo con qualche tassello per migliorare la squadra". Lo dobbiamo a noi stessi e ai nostri tifosi . E sui fischi a De Sciglio dice: "Credo che un calciatore e un allenatore debbano accettare dei fischi, uno spettatore paga il biglietto e ha il diritto di manifestare il proprio punto di vista". Ci sta che un allenatore e un giocatore vengano fischiati, stavamo perdendo in casa con l'Empoli. De Sciglio è un patrimonio del Milan, lui ha la forza per reagire e far cambiare queste opinioni attuali. Non intende distrarsi col mercato e non vuole che i suoi giocatori si distraggano dall'obiettivo primario, ovvero tornare nel palcoscenico europeo. "Credo personalmente che la società stia facendo bene". Non ne parliamo. Il club sta conoscendo il mercato attraverso gli agenti o altre società. E' capitato anche a me a Roma di essere fischiato e successivamente osannato, fa parte del gioco. Abbiamo bisogno di portare a termine questa stagione in cui delle soddisfazioni questa squadra le ha date . "Agli agenti lo dico ancora una volta, cercate di mandare meno messaggi anche a me perché la mia testa è fissa sul presente".