La Samp si ferma a Sassuolo, Giampaolo deluso: "Commessi errori decisivi"

La Samp si ferma a Sassuolo, Giampaolo deluso:

Due ex genoani fermano la striscia della Sampdoria.

Non basta il gol di Schick. Non ho nessun rimpianto, Galliani e Berlusconi hanno fatto la storia del calcio italiano ma c'è sempre un inizio e una fine.

Accade allora che l'unica, mezza occasione dei primi 25' del Sassuolo, bel giocati, venga sventata da Regini, autore di una diagonale provvidenziale su Politano, ben servito da Matri nell'unica azione in velocità dei neroverdi e nell'unica parziale sbavatura della difesa blucerchiata. Nell'ultimo turno è arrivato però un buon pareggio sul campo della lanciatissima Atalanta di Gasperini, costretta al pari non solo per l'errore di Caldara, che ha spalancato il campo per il goal di Pellegrini, ma anche da un gioco del Sassuolo che a tratti ha ricordato quello che nell'ultimo biennio ha portato la realtà emiliana ad imporsi come una delle più interessanti del panorama calcistico nazionale. Sassuolo del primo tempo, macinando palloni senza pericolosità anche dopo l'ingresso di Alvarez per Fernandes. "E' stata un'opportunità che non si è concretizzata e ora sono molto contento di essere alla Sampdoria", ha concluso Giampaolo.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Pellegrini (73' Duncan), Aquilani, Missiroli; Politano (86' Adjapong), Matri (73' Iemmello), Ragusa.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Skriniar, Dodô; Barreto, Torreira, Linetty; B. Fernandes; Schick, Quagliarella.