F1 | Marko: "I piloti Red Bull devono avere pazienza"

F1 | Marko:

La collaborazione tra i team si è indebolita con l'arrivo delle sofisticatissime power unit, quando la Renault non è più stata in grado di dare un'unità motrice vincente alla Red Bull. Alla luce dei risultati deludenti, la Red Bull si è interfacciata con Mercedes, Honda e Ferrari, prima di ufficializzare il rinnovo contrattuale con la Renault e marchiare le power unit Tag Heuer. A volte la pazienza è la miglior virtù che può avere un pilota. Ad affermarlo è stato Helmut Marko, consulente del team Red Bull Racing in un'intervista al sito ufficiale della F.1.

Malgrado le previsioni che, grazie al nuovo regolamento che mette in risalto ulteriormente l'aerodinamica, davano per favorita la Red Bull, nei primi tre Gran Premi, la scuderia è stata la terza forza del mondiale.

"Direi che la direzione nella quale ci stiamo muovendo è promettente, vista la costante riduzione del gap". In realtà la scuderia, così come gli altri nove team che corrono attualmente in Formula 1, ha firmato un accordo per rimanere nel circus fino al 2020.

Per rafforzare il concetto, Marko ricorda un precedente di qualche stagione fa: "Quando abbiamo combattuto per il campionato con Vettel contro Alonso, nel 2012, eravamo ancora 42 punti dietro dopo la pausa estiva e abbiamo vinto". Daniel Ricciardo e Max hanno dovuto lottare con una macchina non così competitiva come Mercedes e Ferrari e con una serie di problemi a livello aerodinamico e di affidabilità che hanno spesso compromesso il loro weekend. "Siamo i maestri nel rimontare!" "Il 2021 è il termine massimo in cui lasciar entrare un fornitore indipendente nel Circus - ha spiegato Marko - È un passo assolutamente necessario da fare, i motori devono essere più semplici e costare sotto i 10 milioni di euro".

Stiamo discutendo di un propulsore molto meno sofisticato dell'attuale, un semplice motore per le corse. Ci sono abbastanza aziende che potrebbero fornire un tipo di motore del genere e se questo non accadrà la nostra permanenza in Formula 1 non sarà garantita.