Due bus contro scuola chiusa modenese

Due bus contro scuola chiusa modenese

La scuola resterà chiusa con la sospensione delle lezioni. Per il momento l'identità dei malviventi è ancora sconosciuta ma non viene esclusa nessuna ipotesi. Uno è stato abbandonato in via Tre Ponti, mentre i vandali con gli altri due si sono diretti all'istituo superiore Meucci.

Dura la condanna del sindacato trasporti Filt/Cgil Modena in una nota firmata dal segretario provinciale, Giulia Grandi: "Simili azioni danneggiano sicuramente la proprietà, ma soprattutto creano un disagio ai lavoratori e ai cittadini che quotidianamente fanno uso di questi mezzi". Sul posto, oltre ai carabinieri e ai vigili del fuoco, anche il sindaco di Carpi Alberto Bellelli.

Dai rilievi è emerso che sono stati distrutti le due vetrate dell'ingresso principale e relativi infissi metallici, buona parte dei controsoffitti dell'atrio comprese plafoniere, sensori allarme incendio e colonnina con impianti elettrici; prima di entrare nell'atrio i vandali, a bordo dei due pulmini, hanno sfondato tutti i tre cancelli esterni (distruggendo anche la colonnina motore di uno dei cancelli) e danneggiato l'area verde. a compiere i danneggiamenti una banda di almeno 5 membri, forse sei, che con scientifica violenza ha colpito attorno alle 3 del mattino.

Danni ingentissimi sia all'istituto tecnico Meucci, sia ai mezzi di Seta.

Il sindaco definisce "gravissimo" quanto accaduto, e si augura "che i Carabinieri trovino presto i responsabili". Due autobus sono stati usati come macchinine degli autoscontri e sono stati fatti scontrare tra di loro e abbandonati nel piazzale del deposito di via Peruzzi. E che questi ricevano una punizione esemplare. "Attendiamo di sapere dalla Provincia di Modena, proprietaria dell'immobile, quando i ragazzi potranno tornare a lezione". Noi pensiamo che la nostra scuola sia stata scelta come bersaglio per la sua collocazione logistica accanto alla tangenziale con vie di fuga più semplici rispetto ad altri obiettivi sensibili.