Direttore responsabile Maria Ferrante - sabato 22 aprile 2017

Direttore responsabile Maria Ferrante - sabato 22 aprile 2017

Il giorno scelto è quello della nascita di una grande scienziata italiana Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la medicina nel 1986.

La Giornata, promossa dal Ministero della Salute insieme alla Fondazione Atena onlus e dedicata totalmente alla salute al femminile, si aprirà con la presentazione, da parte del ministro Beatrice Lorenzin, del calendario della salute della donna, un vademecum tascabile con i consigli più importanti di prevenzione.

L'iniziativa avrà luogo a Roma presso l'Auditorium "Biagio d'Alba" del Ministero della Salute in viale Giorgio Ribotta, 5 (zona Eur), dalle ore 9 alle ore 14, con una Tavola rotonda che si articolerà in una serie di sessioni dedicate alle diverse fasi di vita della donna, dall'infanzia e adolescenza alla maturità e alla senescenza, e una dedicata alla medicina di genere. "Noi firmatari di questa lettera aperta chiediamo, in questa giornata del 22 Aprile dedicata alla salute della Donna, al Consiglio ed al Governo Regionale della Campania di voler assumere un impegno, al quale ciascuno di noi per le proprie competenze si dichiara sin d'ora pronto a cooperare, per l'analisi e la rimozione delle cause sociali, economiche, sanitarie e ambientali che, attualmente, non consentono a tante Donne della nostra Regione, di poter avere, in base alla loro libera scelta, dei figli". Madrine dell'evento: da Emma Marrone a Milly Carlucci, da Serena Rossi a Claudia Gerini, da Alessandra Martines a Dolcenera, da Noemi a Barbara de Rossi, da Maria de Filippi a Bebe Vio e Laura Morante che aiuteranno a divulgare il calendario della prevenzione con messaggi per ogni fascia d'età veicolati dalle principali radio nazionali.

In sintesi, quindi, tutelare la salute femminile significa favorire la salute di un 'intera famiglia e di tutta la collettività. Sarà anche l'occasione per un primo bilancio delle azioni avviate un anno fa dal Manifesto per la salute al femminile e per il punto sui nuovi Lea, i livelli essenziali di assistenza.

Ma non finisce qui: sono infatti previste visite gratuite, campagne di sensibilizzazione, screening, consulenze specialistiche in tutta Italia.

Il 18 e 19 aprile 2017 all'ospedale San Luca - al quale per il biennio 2016/2017 sono stati assegnati due bollini rosa in quanto struttura vicina alle esigenze della donna - è stato aperto nel pomeriggio l'ambulatorio rischio cardiovascolare e renale dedicato alle giovani donne, un servizio istituito nel settembre 2015 nell'ambito della struttura complessa Nefrologia e Dialisi di Lucca. Il sito rimarra' attivo e interattivo per l'intero anno.

Sabato la Giornata della salute della donna: visite e screening gratuiti.