Call of Duty: WWII - Il fulcro della storia saranno i personaggi

Call of Duty: WWII - Il fulcro della storia saranno i personaggi

Atteso su PlayStation 4, Xbox One e PC, Call of Duty: WWII proporrà quindi intensi sconti in multiplayer "d'epoca", ma anche una Campagna principale avvincente e dal taglio emozionale, in cui potremo vivere, tra le altre cose, lo Sbarco in Normandia e diversi eventi significativi del biennio 1944/1945.

In particolare, ai microfoni di Polygon il co-fondatore della software house Glen Schofield, ha parlato di alcune modifiche sul sistema di gioco che interesserà principalmente la campagna dello shooter. "Il climax del nostro racconto vive e muore con il grado di coinvolgimento che avete nei confronti dei personaggi", ha dichiarato Robbins. È un grande rischio ed è qualcosa con la quale i videogiochi fanno sempre i conti. "Firewatch è uno dei miei giochi preferiti, Gone Home è stato grandioso", queste le parole di Robbins. "I giochi stanno maturando e il loro pubblico si è fatto sofisticato". Virginia è un altro ottimo esempio. Si necessita di calma, per bilanciare la follia. "Abbiamo imparato da giochi come quelli citati e provato a infondere quella filosofia nei nostri". Dato che il gioco sarà focalizzato sui personaggi, la storia verrà raccontata nel corso del gameplay e dunque, non saranno presenti cut-scene di intermezzo. "I momenti migliori non sarebbero tali se non importa nella dei protagonisti".