Alonso già negli Usa per la 500 Miglia

Alonso già negli Usa per la 500 Miglia

Una scelta inaspettata visto che proprio la pista monegasca, con le sue basse velocità e gli imprevisti in serie, poteva essere l'unica occasione per l'ex Ferrari di portare a punti la sua McLaren in un anno partito male e che rischia di concludersi ancora peggio. Il pilota spagnolo, infatti, intende così stabilire un primo contatto con i vari componenti della squadra anche se, al momento, per lui è in programma questa sola partecipazione al campionato delle cosiddette Indycars. "Se avessi avuto la sua età e mi fosse stata fatta una proposta simile penso che anche io avrei accettato". "Sara' interessante capire il suo potenziale in Indy". E allora, affidandosi alla struttura di Andretti Autosport, che schiererà la sesta macchina (una Dallara Honda) per Alonso, ecco cosa dicono e pensano dell'operazione, dimenticandosi una cosa importante: che Alonso sa perfettamente cosa fa e perchè. Seguirò l'evento da vicino. "La 24 Ore di Le Mans, invece e' una pista molto corta mentre 24 ore sono molto lunghe" aggiunge parlando della possibilita' che oltre alla MotoGP vada a gareggiare in altre categorie, quindi sulle possibilita' che Alonso vinca la Indy 500, risponde: "E' difficile, ma perche' no. E' uno dei migliori piloti, ha un grande talento, eppoi l'anno scorso credo abbia vinto un pilota giovane al debutto".

"Le 4 curve sembrano tutte uguali ma non lo sono, la 4 in special modo è quella che tradisce di più un debuttante perché cambia la pendenza e la traiettoria". Ho capito la decisione di Alonso, data la forma attuale della McLaren in F1.