Napoli-Real, De Laurentiis attacca la stampa: "Nessuno mi chiude la bocca"

Napoli-Real, De Laurentiis attacca la stampa:

In campionato mi sembra che abbiamo un punto in meno dell'anno scorso considerando la perdita di Higuain e l'infortunio di Milik, poi una stagione con la Champions prevede un dispendio d'energie soprattutto dal punto di vista mentale nettamente superiore alla scorsa.

L'allenatore del Napoli Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa nel post-partita di Napoli-Real Madrid. Ora si tratta solo di fare i conti con una delle squadra più forti in circolazione. Del Napoli abbiamo parlato appena trenta secondi, non vedo come possano esserci divergenze sugli obiettivi.

Fiducia azzurra - Fuori dalla Champions League a testa alta, nonostante la sconfitta per tre reti ad una al San Paolo contro il Real Madrid. L'impressione è proprio che i ragazzi, se sapranno crescere ancora un po', potranno arrivare a questi livelli perché sono giovani ed hanno qualità. Il Real Madrid è campione del Mondo ed hanno il diritto di passare il turno, noi vogliamo solo metterli in difficoltà.

DIFESA - "L'aspetto più importante è sicuramente quello della fase difensiva". "Dobbiamo andare in campo e attaccare, stando attenti dietro". Ecco quanto evidenziato da Napolisoccer.Net: "Il secondo tempo è condizionato fortemente dal gol subito. Queste grandi partite il Napoli in casa non le sbaglia quasi mai, la squadra sarà concentratissima e darà il massimo", ha assicurato l'ex giocatore del Brescia, pronto ad affrontare gli spagnoli con rispetto ma senza paura.

"I tifosi dicono 'comunque vada sarà un successo'?". Loro partiranno con intensità, devono segnare.

Ai microfoni di "Premium Sport", il presidente Aurelio De Laurentiis, è intervenuto nell'immediato post partita. "Possiamo crescere su questo, sul fisico possiamo farci poco".